www.superzeko.net  

Sommario del sito

DIALOGO CON ROBERTO ROSSI TESTA

IL PRONTO SOCCORSO DELLA KUNDALIN

  

28/3/2006

Roberto - Sto finendo di leggere il tuo prezioso lavoro sugli Shivasűtra e durante la lettura mi Ŕ spontaneo pensare allo stato della "mia" kundalinţ. Hai per caso indicazioni di pronto soccorso? Un pronto soccorso che tenga conto delle condizioni presenti e permetta di fare qualche passo iniziale nella direzione giusta?

28/3/2006

Dario - Il pronto soccorso della Kundalinţ...

Guardare senza compassione, momentaneamente impartecipi, le proprie debolezze, e invocare seccamente, senza parole, col solo dirigersi, l'emersione del profondamente Implicito, del mai vissuto perchÚ pre-vissuto, dello Scontato.

Lasciare da parte ogni fede e adesione e invocare nelle proprie carni e densitÓ psichiche la Dea ignota madre del nostro rinascere. Essa per˛ vivificherÓ come maschera ingannevole ogni cosa che non si sia abbandonata. Lo splendore della Shakti emerge davvero solo nel vuoto; se no ogni velo di pensiero ne prende vita e ti offusca. La divina ShekhinÓ non coesiste con la presenza di piccoli idoli interiori. Non coesiste con le qelipp˛th. Tali idoli sono la corona di teschi di Kalţ; chi non ne accetta come neonata psiche la distruttrice danza, avrÓ per sÚ solo un teschio, dimentico della propria natura.

Kalţ sorge se invochi il fuoco che distrugge i piccoli meschini sentimenti; sorge una volta, due, mille. Non Ŕ altro che R¨ach Elohým. Benefica, Ŕ la Vergine. Distruttrice, Ŕ MÔyÔ. Sorge attraverso il labirinto delle viscere (da Yes˛d a Rachamým), Ŕ tutt'uno con l'amore da sempre inespresso, pre-umano e post-umano, e perci˛ cosý potente. Sale verso l'alto, verso la mente, le cui rigiditÓ irride e trapassa. Nel suo sorgere, la mente Ŕ fatta tutt'uno col profondo amore che non ha pari con l'amore del mondo. Essa Ŕ in realtÓ il riconoscimento della sovrannaturale maternitÓ della morte.

28/3/2006

Roberto - Grazie. Mi hai detto quello che giÓ sapevo, e lo dico senza presunzione, ma ben sapendo che proprio questo rende tutto pi¨ difficile e grave. Per˛ la ripetizione giova, e giova soprattutto quando ti viene da un altro che per un momento unisce la sua invocazione alla tua.

  

  

 

Se vuoi invia un commento, specificando da che pagina scrivi:

scrivi@superzeko.net

Sommario