www.superzeko.net  

Sommario del sito

ALLA REGINA SEGRETA

Dario Chioli

   

Onore e gloria a Colei che siede nella cavitÓ del cuore, pura, bella, limpida nel suo fulgore, accessibile ai nudi, celata ai ricoperti, amorosa e crudele, nera nel mondo, pallida nella selva, maestra e compagna.

2. Questo cuore non Ŕ il tuo cuore, non Ŕ il mio cuore, non Ŕ il cuore del mondo, non Ŕ un simbolo, non Ŕ una leggenda, non Ŕ un gioco, non Ŕ un enigma, non Ŕ un'illusione.

3. Questo cuore Ŕ Colei che risiede nell'intimo del paese delle tue carni e della tua anima.

4. Questo cuore Ŕ forte e potente, amoroso e dolce, il suo ritmo Ŕ il ritmo del mondo. ╚ il Santuario nel folto della selva.

5. Selva intricata e buia, selva e labirinto, selva e prigione. Insistendo verso i muri, chi vedrÓ la botola che s'apre nel centro?

6. ╚ tale, codesto labirinto, che mai scioglierai il suo enigma. SvanirÓ per˛ da sÚ, sol che tu stia fermo e attento.

7. Allora le pareti si faranno diafane e leggere, e tu passerai attraverso di esse con gran sollievo e il tuo cuore, che taceva, pulserÓ gioioso.

8. Allora t'inchinerai a Colei che vi risiede.

9. Nato infatti e vissuto nell'intricato groviglio, entro ceneri prive di fiamma, divenisti tuttavia Prometeo e rubasti il fuoco agli dŔi.

10. Chi dunque te lo permise, se non Colei che dissigill˛ le sue strade verso il tuo essere?

11. Per contrade sconosciute, sentieri intatti, luoghi solitari passasti, ed Ella ti assistette e tu lo sentivi, presago, e con visioni dei tuoi sogni negli occhi.

12. Terrore e amore, si mostra in duplice forma. E ci˛ che in te Ŕ morto la teme, eppur ami tal morte con il tuo vivere, ed Ella brucia nel fuoco ci˛ che eri.

13. Non vi Ŕ interprete che possa giudicarla. Non vi Ŕ nessuno che ti possa guidare. Solo colui che per amore s'appressa, l'amore stesso lo porterÓ presso di sÚ, e tutto ci˛ che ti parve non sarÓ.

14. Quelli che sono fermi temono ogni cosa e vorrebbero un cammino che duri poche ore. E avranno un'eternitÓ che durerÓ poche ore. Ma il peso di una vita intera Ŕ senza prezzo e nulla di ci˛ che Ŕ sopra e sotto il cielo lo compensa.

15. Venuto dall'eternitÓ, sempre null'altro avendo cercato che l'eternitÓ, che pu˛ attendermi se non l'eternitÓ?

16. V˛lgiti al Santuario nella selva, v˛lgiti e guarda l'Officiante del Fuoco.

17. Questo Fuoco che ti guida per tutta una vita, che ti brucia e t'illumina, che ti distrugge e ti crea.

18. Certo porterai la tua anima, attraverso il Fuoco, dal fango al cielo. E lÓ avrai quell'amore che, incompiuto, si perde sotto il cielo.

19. V˛lgiti alla Vestale nel tuo cuore, nel paese strano, che nessun occhio delimita. Oh vieni, tutt'assieme, nel tuo stesso cuore! Smetti finzioni e paure, e riposa infine!

20. Tram¨tati in una sola parola, in un sol cenno, in una sola nota di canto, puro e non misto, chiaro e non ottenebrato. Sia questo il Luogo Nuovo, il Luogo che c'era e hai perduto!

21. Vent'anni non sono che un giorno, mill'anni non sono che un attimo. Passano le generazioni di uomini e di pensieri. Solo quell'attimo in cui sei stato sta per sempre, per sempre splende e parla, e neppur vede la morte.

22. Tutto la morte brucia in te, tranne questo, ci˛ che sei realmente stato, se mai sei stato; ci˛ che sei realmente divenuto, se sei divenuto.

23. Dal rimasto allora, alto e gioioso si leva un canto per il bruciamento di impudiche vesti.

24. Sorgi, dio vittorioso, dalle morte spoglie!

25. Cosý ti chiamo per gioia, non per suscitarti. Chi t'impedirÓ infatti mai di sorgere?

26. Colei che volgeva lo sguardo al fuoco, Colei ch'era tutto fuoco nella cavitÓ del cuore, lei certo lo sapeva, lei certo lo sapeva.

27. Attese a lungo l'arrivo di un amante e, quando fu tutta di lui compresa, ecco egli apparve.

28. ╚ infatti il Fuoco della vita che genera Potenza per il bruciamento del cadavere.

29. Quell'anima che Ŕ fuoco, ha bruciato il cadavere.

30. Vi Ŕ poi un cadavere?

31. Ci˛ che Ŕ svanito non Ŕ mai stato, ci˛ che Ŕ svanito non sarÓ mai.

32. Era l'enigma ora sciolto, ormai chiaro a tutti, ed ecco, vedete proprio per questo che non Ŕ mai stato qualcosa.

   

[26.X.1981]

   

 

Se vuoi invia un commento, specificando da che pagina scrivi:

scrivi@superzeko.net

Sommario